VINCI, 4 MARZO 2016 - COMMEMORAZIONE CADUTI NEI CAMPI DI CONCENTRAMENTO

IL RACCONTO DI NEDO

MEMORIE DI UNA DEPORTAZIONE

Il Racconto di Nedo

IN SCENA IL GRUPPO GIOVANI DELLA COMPAGNIA TEATRALE UNICORNO

REGIA DI FABIOLA VERACINI

La storia diventa immagine e racconto teatrale, con una rappresentazione che ha coinvolto alcune classi delle scuole elementari e medie del comune di Vinci.
In viaggio per MauthausenIn scena il “Gruppo Giovani” della Compagnia Teatrale Unicorno, che ha raccontato la storia di Nedo Nencioni, sopravvissuto ai campi di sterminio nazisti e testimone, per molti anni, di un orrore che ha voluto raccontare con umanità e semplicità ovunque e quantunque potesse.
Nedo è stata l’ultima delle voci che hanno raccontato una delle pagine più oscure della storia di Vinci, portando la sua testimonianza sui campi di sterminio soprattutto fra i giovani.

Ora Nedo non c’è più.Dolore

Tocca a noi portare avanti la sua missione, continuare a far udire la sua voce, rendere

testimonianza. A noi che da quell’orrore siamo fortunatamente lontani; noi che non lo abbiamo vissuto, sentito sulla pelle e nel naso.
Speriamo di essere degni della sua eredità importante, di lui che all’inizio del diario che Una storia veraci ha lasciato ha scritto:

“Questo mio diario è rivolto a chi lo legge, perché possa distinguere ciò che è bene da ciò che è male”.

Con questo incontro, in cui le memorie di Nedo diventano performance teatrale, si è cercato di far rivivere la sua voce attraverso quella di tanti ragazzi che hanno adesso l’età che Nedo aveva quando è stato deportato. Ragazzi come tanti di oggi, così come Nedo era, a suo tempo, un ragazzo come tanti.
Speriamo di riuscire a continuare a trasmettere il suo messaggio. A far sì che non Il "Gruppo Giovani" della Compagnia Unicornosi dimentichi; che i bambini di oggi, gli adulti di domani, portino con sé una memoria che deve appartenere a tutta l’umanità.
Perché l’oblio rende l’uomo fragile.
E dimenticare è un lusso che non ci possiamo permettere.

IL RACCONTO DI NEDO
Memorie di una deportazione

Testi e regia a cura di FABIOLA VERACINI

In scena i giovanissimi attori della Compagnia Teatrale Unicorno di Vinci:
BORSINI GIULIA, FERRARO BIANCA, GIANNINI DUCCIO, GIUNTI SARA, GRECO VITTORIA, MATTEI SARA, MOLISSE LORENZO, PELLITTERI EMMA, PELLITTERI SARA, PERTICI LUCREZIA

Con la partecipazione di
BELLUCCI ELENA, PUCCIONI CRISTINA

Dedicato a

MASI ANGIOLINO, FEDI SPARTACO, GIACOMELLI GINO, GEMIGNANI RENZO, LORENZINI VINICIO

Lascia un Commento