Alice

alice Attrice, scrittrice di volantini/locandine/siti internet, scenografa… non la smette mai di pensare al teatro! Pesciatina di nascita, larcianese di adozione, vorrebbe fare teatro tutte le sere della settimana compresa la domenica, meno male che c’è chi la tiene a bada…

Entrata a far parte del gruppo ai primordi, nel 2005, è una dei fondatori della compagnia. Una di quei folli sognatori che, quando Fabiola partì con il suo progetto, la seguì con entusiasmo e passione, dimostrando subito un talento intenso e appassionato. La sua voce espressiva, la sua capacità di comunicare emozioni e la prontezza con cui reagisce ai vari personaggi che interpreta, la resero subito una delle attrici preferite della regista ^_^.

Ma andiamo con l’intervista…

Quando e dove sei nata?
28/8/80 che suona anche bene! naturalmente a PESCIAAAAA…
Che lavoro fai?
L’attrice no? ehmmm scherzo… faccio l’ igegnegna in un ufficio di progettazione elettronica!!!
Che vuoi fare da grande?
l’attrice certo.. poi arredatrice, scrittrice, erborista… scopritrice di misteri… ma anche il lavoro che ho per ora mi sta bene. Paga un attimo di più, sapete com’è, il Vil Denaro!
Esperienze teatrali precedenti all’Unicorno?
Oltre alla Piccola Fiammiferaia in quinta elementare, toccante ruolo da protagonista che non dimenticherò mai, ho fatto un po’ di cosine alle superiori. Il laboratorio teatrale dell’Istituto Lorenzini di Pescia era però al tempo molto autogestito da noi ragazzi, quindi mi son divertita tantissimo senza però fare qualcosa di “vero”!
Cosa hai fatto con la compagnia Unicorno?
In Teatrando ho fatto la moderatissima ed equilibratissima Catherine, in alcuni brani di Cime Tempestose di Emily Brontë e la bianca Desdemona strozzata da Otello/Ettore (maledetto!), nella famosa scena di Shakespeare. Ho recitato inoltre la bellissima poesia di Prevert “Questo amore”. Nel dramma di Daniela Ariano La follia di Caino ho fatto la “dolcissima” Mamma per nulla acidognola o di parte. In Fiore di Malinka la parte di Anna Zapponi, figlia di contadino ma educata e cresciuta per essere data in moglie a Giacomo figlio di conti ecc ecc… peccato che Anna proprio non lo voglia sposare. In Come Ammazzare la Suocera: la Suocera Ipotesomane che tutti vorrebbero uccidere In Teatrando II: Bianca, la majorette del film muto e Viola! In Ombre su Venis: la perfida e malvagia Signora delle streghe Morwenna In Assassinate la Zitella: Gloria, la cugina simpatica della Zitella Giorgetta.. per nulla nulla nulla avida di soldi e fissata con l’aspetto estetico. Ama appassionatamente suo marito Brando! In Allegro ma non Troppo!: La inconsolabile vedovella Popova nell’Orso di A.Cechov. In Mi è caduta una cavalla nel letto: la argutissima cameriera Rosina (quando non ero incinta ;) ). In La Sconcertante Signora Savage: la bizzarra e provocatrice signora Savage.
Quale è stata la parte che più ti è piaciuta?
Quasi tutte quelle recitate… diciamo Anna, Catherine e Bianca sono quelle dove ho lasciato il cuore… ma bellissima anche Gloria e la Popova… certo la maggioranza sono personaggi un po’ isterici e acidi.. mmm perchè sempre a me queste parti??? ci sarà un messaggio nascosto?
E la parte che ti è piaciuta di meno?
La suocera Ipotesomane.. mi volevo uccidere da sola.. miii come ero antipatica! Ho toccato veramente il vertice della antipatia con sta suocera
Cosa ti piace di più di questa compagnia?
NOI, la gente.. NOI.. per come siamo.. tutti noi.. e poi… TUTTO non cambierei nulla!
Cosa non ti piace?
I soldi.. sempre troppo pochi per i nostri progetti! uffaaaaa…
Una frase da lasciare ai posteri?
SI PUO’ FARE… ^^